Ai Mondiali primo posto nel duo misto tecnico davanti alla Russia padrona della specialità Flamini-Minisini: «Il nostro successo contro i pregiudizi. Abbiamo ribaltato le gerarchie»

 

leggi ancora da:

http://www.lastampa.it/2017/07/17/sport/nuoto/dal-sincro-loro-golpe-dellitalia-dedica-ai-migranti-8BGQUiXNbO3uCWwOyparxN/pagina.html

 

Queste le parole del medagliato:

Giorgio: “Volevamo spiegare il dramma delle persone che scappano per povertà, guerra e persecuzione dai loro paesi per venite in Italia. Non per prenderci il lavoro e ucciderci, ma per disperazione. Non arrivano da noi in vacanza come turisti, ma affrontano viaggi dolorosi, fuggono dalla tragedia e spesso ne trovano altre”. Prima di entrare in vasca, l’urlo a squarciagola di Giorgio che prende in braccio la sua compagna morta. “Una storia come mille, c’è chi perde la vita per cercare la libertà. Grido, ma è sola la fine di tutto. Entriamo in acqua e spieghiamo a ritroso la storia di questa fine tragica. Non volevamo fare un esercizio carino, ma mostrare e spiegare a chi non lo sa o non vuole riflettere, la serietà di una condizione come quella dei rifugiati”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *