“È luogo di sogno, di fatica, pochi possono permettersi di dare del ‘tu’ al mare e nessuno si permette di farlo”. Poesia e diritti umani si coniugano nella nuova campagna di sensibilizzazione “Gente di mare” di Greenpeace sulla prima regola dei naviganti: “Abbandonare un naufrago è un’azione infame: non si fa, e basta”. Il messaggio è chiaro: “Chi spinge verso questa barbarie disonora la marineria italiana e mette in pericolo tutti coloro che in mare vivono e lavorano”.

 

continua a leggere e guardare il video su:

https://video.repubblica.it/dossier/immigrati-2015/migranti-soldini-and-c-per-greenpeace-la-gente-di-mare-salva-i-naufraghi-abbandonarli-e-un-crimine/312195/312831

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *