NOTE MUSICALI PER UN IMPEGNO CONCRETO

Solidarietà

Impegno

Cultura

Arte

IL CONCORSO

Obiettivo

Realizzare un Concorso per compositori, invitandoli a scrivere un “Requiem per le genti del Mediterraneo” per coro e orchestra. Il progetto si compone ed articola in due sezioni, composizione ed esecuzione, intrecciate tra loro.

Prima sezione – La composizione

I compositori sono invitati a scrivere una partitura per coro e orchestra, che dovrà accompagnare e dare vita ad un testo aconfessionale, animando la sequenza classica del Requiem, dando ad esso però un nuovo senso, moderno e attuale. La forma compositiva sarà libera, ma è obbligatoria la presenza di un coro perché l’opera eseguita sia un canto collettivo di dolore, protesta e speranza. I concorrenti saranno invitati a generare una partitura senza preclusioni formali, con un contenuto tecnico che permetta al brano di essere cantato da una tipologia eterogenea di cantori, ma di alto livello, e di essere proposto in contesti vari ed ampi, in modo che la fruibilità sia garantita ad un pubblico il più vasto possibile.

Lo scopo della composizione e del progetto è quello di garantire il coinvolgimento emotivo e di invitare alla riflessione.

Seconda sezione – L’esecuzione

I primi tre brani selezionati saranno eseguiti in prima nazionale a Roma.

Istituita la Commissione esaminatrice, verranno dettati i tempi e le modalità di partecipazione. Il Bando sarà pubblicato nel 2023.

La Commissione, presa visione delle diverse composizioni, sceglierà il vincitore e sarà conferito un premio in denaro, equamente distribuito, ai primi tre classificati.

In un secondo momento, di cui si comunicheranno i tempi alla pubblicazione del Bando, attraverso la pubblicizzazione tramite il web, sarà individuata una “Notte per i migranti”, nella quale i Cori e le Orchestre di tutta Europa e della sponda mediterranea dell’Africa, che vorranno unirsi al progetto, eseguiranno il Requiem per le genti del Mediterraneo, celebrando insieme un rito collettivo di ricordo, testimonianza e attiva partecipazione.

In questa notte, si chiederà a tutti coloro che si porranno in ascolto di accendere un lumino, una luce in ogni luogo in cui si troveranno, lungo le coste mediterranee.

Questa “Notte per i migranti” potrebbe rimanere come momento rituale ogni anno, offrendosi come occasione e possibilità per potersi ritrovare insieme, come cittadini, per confrontarsi, fare il punto ed interrogarsi.

La Commissione esaminatrice

La Commissione Esaminatrice sarà composta da 5 autorevoli membri, Compositori, Direttori di orchestra ed esponenti del mondo culturale italiano. Indicheremo i nomi alla pubblicazione del Bando.

Il Comitato d’Onore

Stiamo costituendo un prestigioso Comitato d’Onore. Ne fanno già parte Sua Eminenza il Vescovo Peri, il regista e pittore Rachid Benhadj. Attendiamo le adesioni di altri esponenti del mondo culturale, civile e religioso.

SCARICA IL NOSTRO APPELLO. CONTRIBUISCI AL PROGETTO

Un appello alla solidarietà

Un rito collettivo come luogo collettivo in cui, ricordando i morti,  celebriamo la vita, in cui pensare come poter pesare sulle decisioni di chi potrebbe incominciare a progettare interventi e movimenti tali da diluire fino ad interrompere questo silente e pulito massacro, che le acque del Mediterraneo trasparente nascondono e celano, ma che può essere  evocato nella sua penombra, nel nero delle sue profondità, nel gelo delle sue acque. Con questa lettera aperta e questo progetto chiediamo aiuto, chiediamo una mano per poter contenere la sofferenza, lo sgomento ed il senso di impotenza di tanti. Con questo invito formuliamo una proposta culturale semplice, agli amici, a coloro che con me condividono da anni la passione per la musica ed il canto corale ed ai colleghi di lavoro, al gruppo di psicoterapeuti che con me collaborano a molti progetti sociali ed a chi vorrà unirsi a noi.