“E’ sopravvissuta avvolta nella sua copertina rosa, 4 mesi e il viaggio più pericoloso della sua esistenza. Finchè ci sarà miseria o violenza, senza via di fuga sicure, rischieranno tutto per dare un futuro ai figli. Che fuggano da Tunisia, Libia o Afghanistan”.

Così la Ong spagnola Open Arms racconta il salvataggio della piccola che aveva intrapreso con la giovane mamma il viaggio dalla Libia su una delle barche intercettate e soccorse ieri dalla Astral, la barca a vela dell’organizzazione umanitaria partita il 23 agosto per la sua 84esima missione nel Mediterraneo.

Sono 121  le persone prese a bordo dell’imbarcazione che nelle ultime 48 ore ha effettuato quattro soccorsi. La bimba è la più piccola dei dieci bambini salvati su una barca insieme a sei donne, una delle quali incinta. La bimba è già stata presa in consegna da un equipaggio della guardia costiera italiana che l’ha portata a terra.

 

Continua a leggere su:

 

https://www.repubblica.it/cronaca/2021/08/29/news/la_bimba_dalla_copertina_rosa_salvata_in_mare_a_quattro_mesi_partita_dalla_libia_con_la_giovane_mamma-315786345/?ref=RHTP-VS-I270681067-P20-S7-T1&__vfz=medium%3Dsharebar

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *