Rachid BENHADJ è nato ad Algeri (Algeria), laureato in architettura e diplomato in regia cinematografica a Parigi ( Francia). Nella sua più che trentennale carriera di cineasta, oltre a realizzare documentari e medio-metraggi per le televisioni di diversi paesi, ha scritto e diretto per il cinema lungo-metraggi ricevendo numerosi riconoscimenti in Festival internazionali come Cannes, Venezia, Los Angeles, Houston, Toronto, Cairo…

Nei suoi film dirige grandi attori internazionali come: Vanessa Redgrave, Gérard Depardieu, Franco Nero, Monica Guerritore, Sergio Rubini, Said Taghmaoui.

Lavora anche con tecnici di fama mondiale: Vittorio Storaro (Direttore della fotografia – 3 Oscar), Gianni Quaranta (scenografo – premio Oscar).

I premi più significativi che ha ricevuto per le sue opere cinematografiche:

2020 – Premio come “Ambasciatore dell’Umanità” del Consiglio Italiano per

i rifugiati (C.I.R) per il suo film “MATARES”.

2007 – Premio “Una coppa per il dialogo” ricevuto con il cardinale Paul Poupard

Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura del Vaticano.

2006 – Premio “Migliore regista arabo”, equivalente all’Oscar americano per

la cinematografia araba al Cairo.

2005 – Premio: “Golden Globe ” per il suo film “IL PANE NUDO”.

2000 -Medaglia per il 50° anniversario della Dichiarazione dei diritti umani

dell’UNESCO (Parigi) per il film “MIRKA”.

1999 – “Premio di qualità” per il suo film “MIRKA” dal Ministero della Cultura.

1998 – Premio: “Script fund” migliore sceneggiatura per il suo film: “MIRKA”

FILMOGRAFIA:

2020 ” TESTIMONI” (24′)

coproduzione Nour Films (Algeria) e LaserFilm (Italia).

2019 “MATARES” (90′)

coproduzione Nour Films (Algeria) e LaserFilm (Italia).

2016 “La stella di Algeri” (104′) produzione Nour Films (Algeria).

2014 “Aspettando il maestro” (52′) documentario sulla scuola italiana

2012 “Profumi di Algeri” (106′) produzione Nour Films (Algeria).

2011 “Ricerca archeologica ad Algeri” (30′) documentario scavi ad Algeri.

2009 “La traccia” (45′) documentario per T.V. Quatari “El Djazira”.

2005 “Il pane nudo” (105′) coproduzione italo-francese, tratto dal romanzo

di Mohamed Choukri.

2000 “MIRKA” co-produzione italo-franco-Inglese (108′) Vanessa Redgrave,

Gérard Depardieu, Franco Nero e fotografia Vittorio Storaro.

1997 “L’albero dei destini sospesi” (90′) produzione Albatros: Marco Bellochio

e R.A.I. (Radio televisione italiana).

1996 “Cari Comboniani” ( 52′) documentario su i missionari italiani in Africa.

1995 “L’ultima cena” ( 52′) documentario su i missionari Comboniani a Verona.

1993, “Touchia” (1010′) co-produzioni francia, Italia, America, Algeria. 1

1989 “LOUSS – Rosa di Sabbia” (107′) produzione algerina.

Accanto alla professione di cineasta, Benhadj coltiva la passione per la pittura. Le sue opere sono esposte nelle gallerie d’arte di tutto il mondo.

Rachid BENHADJ

Vai alle altre schede
Rita Inglese
Piero Caraba
Andrea De Benedetti
Antonella Florita
Alessandro Sergio